Shop

Firriato – Quater vitis bianco

17.50

Dall’alta percentuale di argille presenti nel suolo di Pianoro Cuddìa, nasce un vino che riflette interamente le caratteristiche organolettiche del suo terreno. Blend di quattro vitigni autoctoni, Quater vitis Bianco può essere definito come un’originale interpretazione della Sicilia che racchiude l’isola in un solo calice. Il Catarratto apporta profumi fruttati e complessi accentuati dalle caratteristiche aromatiche dello Zibibbo, in armonia con l’eleganza dell’Inzolia e la mineralità del Carricante che nasce sull’Etna ad una altitudine di 700 m.s.l. nella Tenuta di Cavanera. L’equilibrio dato dalla dolcezza e dal sostenuto nerbo acido fanno del Quater Vitis bianco, un vino destinato all’invecchiamento in bottiglia, che si presta a professionali degustazioni verticali in comparazione con i bianchi internazionali dalla simile longevità come Riesling, i Grandi Borgogna bianchi, Grand Cru e Premier Cru.

Descrizione

FIRRIATO – QUATER VITIS BIANCO

FORMATO: Bottiglia vetro 75cl

ANNO: 2022

 

INTRO:

 

La Sicilia è una delle regioni con maggiore produzione vitivinicola in Italia, insieme al Veneto, l’Emilia-Romagna e la Puglia. Le tradizioni vitivinicole della Sicilia sono antichissime e risalgo ai tempi dei Fenici, dei Romani, dei Greci e degli Arabi.

La Sicilia vanta numerosi vitigni autoctoni quali frappato, nero d’Avola, inzolia, catarratto, nerello mascalese e nerello cappuccio, malvasia delle Lipari e moscato d’Alessandria (zibibbo, dall’arabo zibib che significa per l’appunto “una passa”).

In base al tipo di uva possiamo capire la zona di coltivazione delle varie viti sopra citate:

  • I vini moscati, Moscato di Siracusa e Moscato di Noto li troviamo nella zona del siracusano
  • I vini a base di Nero d’Avola, frappato e ceraselo di Vittoria DOCG vengono prodotti nella provincia di Ragusa
  • I vitigni grillo, grecanico, catarratto e inzolia sono i protagonisti della DOC Alcamo
  • La Malvasia delle Lipari famosissima delle Isole Eolie nel territorio messinese
  • Alle pendici dell’Etna, considerata “un’isola nell’isola” per via della caratteristica del terreno lavico e per il microclima che caratterizza questa zona, troviamo il Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, per vini rossi, rosati e spumanti e Catarratto e Carricante per vini bianchi. Da queste viti si producono i famosissimi Etna DOC.
  • Nella provincia di Caltanissetta si trova una delle DOC più recenti della Sicilia, la Riesi
  • Marsala è una DOC storica che prende il nome dall’omonimo comune in provincia di Trapani.
  • Sempre in provinica di Trapani si trova l’isola di Pantelleria, dove si produce il Passito di Pantelleria

 

 

FIRRIATO – QUATER VITIS BIANCO – SCHEDA TECNICA

 

CLASSIFICAZIONE: I.G.T. Terre Siciliane
VITIGNI: Inzolia, Catarratto, Carricante e Zibibbo
ZONA DI PRODUZIONE: Agro di Trapani – Tenuta Pianoro Cuddìa
TIPO DI TERRENO: Calcareo argilloso
ESPOSIZIONE: Sud-Ovest/Ovest (da 200 a 250 metri s.l.m.)
SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Controspalliera con potatura a cordone speronato/Guyot
PIANTE PER ETTARO: 5.000/6.000
RESA PER ETTARO: 5.500/5.800 kg
VENDEMMIA: Raccolta manuale. I-II decade di settembre
TEMPERATURA DI FERMENTAZIONE: 14°-16°C
PERIODO DI FERMENTAZIONE: 20 giorni
VINIFICAZIONE: Pressatura soffice, fermentazione a temperatura controllata
AFFINAMENTO: 6 mesi “sur lie” in serbatoi di acciaio inox con agitazione giornaliera
AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA: 3 mesi
GRADO ALCOLICO: 12.56 % vol. | PH: 5.48 (val.medio) | ACIDITÀ TOTALE: 3.19 g/lt (val.medio)
PRIMA VENDEMMIA PRODOTTA: 2006
PRODUZIONE ANNATA: 40.000 bottiglie
FORMATO: Bottiglia da 75 cl
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10°-12°C
CALICE CONSIGLIATO: Da bianchi profumati, con bocca “a tulipano”
COLORE: Giallo paglierino brillante con marcati accenni di verde.
OLFATTO: Quadro aromatico fine e complesso, dove dialogano nuance eleganti che ricordano la nespola, l’arancia, l’ananas, il mango, i
fiori di zagara, il sambuco e il tiglio, che si alternano a profumi di lavanda, timo, zenzero e pietra focaia.
PALATO: Incede morbido e gentile, distendendosi e aprendosi con serena autorevolezza, forte della sua stoffa importante e di una
acidità piacevolissima e vibrante; persistente oltre ogni dire, ripropone al palato il caleidoscopio aromatico importante da cui è corredato.
CARATTERISTICHE: è la risultante di un riuscito “matrimonio d’amore” fra quattro uve affascinanti ed espressive, un vino moderno e antico nello stesso tempo, dal frutto perfetto e fragrante, quasi “croccante”, goduriosa rappresentazione, in chiave enologica, di una nuova e sempre più importante Sicilia.

 

 

SCORPI DI PIÙ:

 

Per scoprire di più sui vini siciliani, sui prodotti Torrisis e sulle tradizioni culinarie della Sicilia, vi consigliamo di visitare il nostro blog, ricco di articoli interessanti e travolgenti, che ne raccontano le molteplici sfaccettature. Nella sezione ricette troverete, poi, un’ampia varietà di indicazioni culinarie semplici e veloci ed ancora tante idee e consigli utili per utilizzare al meglio i nostri prodotti in cucina e garantirvi la realizzazione di piatti d’eccellenza.

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Firriato – Quater vitis bianco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.